Cambogia: Ospedale delle scimmie a Kep

Cambogia: ospedale delle scimmie a Kep – Gibbon Valley nel parco nazionale di Kep.

L’OSPEDALE DELLE SCIMMIE IN CAMBOGIA

Nel mezzo del parco nazionale di Kèp se vi inoltrate nel sentiero principale potrete incontrare una deviazione indicata da un cartello in legno con scritto: “Gibbon Valley”, alla fine del sentiero che scende in una stretta valle tra le colline troverete una grande casa fatta di legno e paglia  , solo una camera in muratura. Un edificio circondato dalla foresta, e potrete fare  l’incontro con una sorta di “indiana jones” al femminile dei nostri giorni. La signora Niky, australiana di mezza età. Ha scelto di dedicare la sua vita alla natura e  alle scimmie ferite spesso amputate per colpa delle trappole messe dai bracconieri che tentano di catturarle per poi rivenderle nel mercato cinese poichè usate nella medicina tradizionale cinese, e sia negli spettacoli circensi (ancora molto di moda in Asia).  Alcune di queste scimmie sono state da lei salvate da piccolissime come nel caso di Kiri, una scimmietta simpaticissima con l’abitudine di frugare nei vostri pantaloni e portare via tutta quello trova nelle vostre tasche, spesso porta tutto nel suo rifugio sugli alberi, come l’ultima volta che si è  fregata il passaporto di un turista e ancora è da qualche parte sugli alberi nella foresta, per questo motivo quando ci sono ospiti nei paraggi e costretta a legarla.  “”questa è l’unica forzatura che la scimmietta birichina Kiri è costretta a sopportare se vuole stare in compagnia dei nostri ospiti”” ci dice la signora Niky.  Grazie a lei sappiamo che  le scimmie in cambogia stanno subendo un forte ridimensionamento del loro habitat naturale poichè molte foreste sono andate distrutte, e spesso le scimmie sono costrette a trovar cibo in un’altra jungla quella fatta d’asfalto delle città .

kiry_kep3

La signora Niky si prende cura delle scimmie e ci racconta l’ultimo epispodio di ordinaria follia contro questi poveri animali: “L’ultimo esemplare  che mi è arrivato! è arrivato con una zampa amputata ancora sanguinante, era un giovane maschio di gibbone..era rimasto dentro una trappola messa dai bracconieri, aveva perso una zampa, stava perdendo molto sangue, , ho temuto per il peggio!” ci dice inoltre: “Abbiamo disinfettato la ferita, ricucito la zampa, ma nei giorni successivi non voleva mangiare, poi dopo pian piano si è rimesso in sesto, ma quando l’abbiamo liberato, non voleva più andare via, alla fine ha ritrovato la casa nella foresta e vive con noi.

Se volete visitare la signora Niky e il suo rifugio/ ospedale per scimmie nel mezzo della foresta cambogiana, potete consultare il suo sito. Per mantenere la struttura ha creato una sorta di Guesthouse molto selvaggia,  nel cuore della foresta dove accoglie i suoi ospiti e spiega loro il lavoro che svolge.

Non resta che dire: Grazie Niky per il lavoro che fai in Cambogia e il tuo ospedale delle scimmie a kep.

di Lorenzo Bianchi

Visita il Sito: http://gibbonvalley.com/

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...